LATINO

Deus, qui hodiérna die Unigénitum tuum géntibus stella duce revelásti, concéde propítius, ut, qui iam te ex fide cognóvimus, usque ad contemplándam spéciem tuæ celsitúdinis perducámur.

TRADUZIONE

O Dio, che in questo giorno, con la guida della stella, hai rivelato alle genti il tuo unico Figlio, conduci benigno anche noi, che già ti abbiamo conosciuto per la fede, a contemplare la grandezza della tua gloria.

TRADUZIONE LETTERALE

O Dio, che in questo giorno hai rivelato alle Genti, con la guida della stella, il tuo Unigenito, concedi propizio che, noi che già ti abbiamo conosciuto per fede, siamo condotti a contemplare la bellezza della tua sublimità.

COMMENTO

La colletta dell’Epifania ci invita a riflettere sul legame tra la fede e la contemplazione. La fede ci dona la possibilità di instaurare un rapporto con Dio, ma è sempre legata al desiderio di vederlo. In questo senso, la fede anticipa il momento in cui, quanti avranno accolto l’amore di Dio nella loro vita, lo vedranno faccia a faccia. L’Epifania è il giorno luminoso in cui è stata concessa agli uomini la bellezza della visione del Dio fatto uomo. Preghiamo perché sia per noi un anticipo di quella visione celeste che colmerà ogni nostro desiderio.

Leave a Reply